LE LEGGI NOAKITE E QUELLE MOSAICHE : NATURALI ED ETERNE

PARTE PRIMA: Noè E LE SUE 7 LEGGI

Il mito di Noè (Noach) è inserito nel primo libro del Pentateuco della Bibbia (torah, legge, insegnamento) chiamato “genesi“ (bereshit) ed è ricordato quasi esclusivamente per le narrazioni circa il così detto “diluvio universale“ che racconta le vicende di una grande inondazione, come atto di punizione divina per l’umanità ormai moralmente corrotta agli occhi del creatore.

Il diluvio universale è un tema ricorrente anche in molteplici culture antiche e primordiali e molto lontane geograficamente tra loro e tra esse, solo per citarne alcune, ricordiamo: nella mitologia babilonese, l’epopea di Gilgamesh; nel mito indiano di Brahmana, la posterità post-diluviana di Manu; nella mitologia nord-europea (l’Edda) un’alluvione catastrofica diede origine ad una nuova stirpe; nella mitologia greca, Deucalione e Pirra vennero scelti dagli dei per salvarsi dalle acque che ricoprirono la terra per far rinascere l’umanità; persino nelle lontane culture americane pre-colombiane si narrano vicende molto simili a tali eventi e così via .

Archeologicamente, il mito in questione, che esso stesso racchiude molte verità storiche e che ha fatto da battistrada nel trovare molti indizi, se non vere e proprie prove, ha sostanzialmente accertato molti avvenimenti descritti nel racconto noakita, collocandolo geograficamente nell’attuale regione così detta della “mezzaluna fertile“ o nelle sue immediate vicinanze, come nell’inondazione preistorica dell’attuale zona del mar nero, interessando anche l’alta e bassa Galilea fino a spingersi nelle terre che oggi prendono il nome di Egitto (vedasi anche la teoria dell’erosione della base della sfinge di Giza) .

PER LEGGERE TUTTO L’INTERVENTO SCARICA IL FILE PDF COMPLETO DEGLI ATTI DEL 2° SEMINARIO, CLICCA QUI.

Hai trovato interessante l'articolo? Condividilo.