Trattati di Amicizia e Riconoscimento

Riti Memphis-Misraim Filiazione Ambelain

Il 19 luglio 6009, a Santiago del Cile, fu stipulato un trattato plurimo d’amicizia con altri tre Sovrani Santuari Nazionali di Regolare Filiazione Robert Ambelain, ovvero:

  • – SOUVERAIN SANCTURIE de l’ORDRE MACONNIQUE TRADITIONNEL du RITE ANCIEN ed PRIMITIF dansl’OCEAN INDIEN (Ile Maurice)
  • – SOBERANO SANCTUARIO de la ORDEN ORIENTAL del RITO ANTIGUO Y PRIMITIVO de MEMPHIS-MIZRAIM para CHILE Y AMERICA LATINA (Chile)
  • – SOUVERAIN SANCTURIE des GAULES des SUBLIMES ORDRES UNIVERSELS d’EGYPTE (France).

 

MANIFESTO DI ROMA

Il 19 settembre 2010, a Roma, in occasione della nascita del Sovrano Santuario Tradizionale di Romania fu stipulato il “MANIFESTE de ROME”, tra 5 Riti di regolare filiazione Ambelain, i quali, riconoscendosi tra loro pari dignità e non riconoscendo più alcuna superiore autorità mondiale, proclamava la nascita della CONFEDERAZIONE DEI SOVRANI SANTUARI TRADIZIONALI (CSST), comprendente i seguenti:

  • – SOUVERAIN SANCTURIE des GAULES des SUBLIMES ORDRES UNIVERSELS d’EGYPTE (France)
  • – SOUVERAIN SANCTURIE de l’ORDRE MACONNIQUE TRADITIONNEL du RITE ANCIEN ed PRIMITIF dansl’OCEAN INDIEN (Ile Maurice)
  • – SOUVERAIN SANCTURIE EUROPEEN des RITES CONFEDERES (France)
  • – SOVRANO SANTUARIO TRADIZIONALE D’ITALIA (Italia)
  • – SUVERANI SANCTUARTRADITIONAL al ROMANIEI (Romania).

 

G.L.I.R.E.

Il 24 febbraio 2017, a Roma, fu stipulato un Trattato di reciproco riconoscimento con la G.L.I.R.E. – Gran Loggia Italiana dei Riti Egizi, che opera nei primi tre gradi del Rito Antico e Primitivo di Memphis-Misraïm e di altri Riti Egizi tradizionali, la quale riconosce al Sovrano Santuario Tradizionale d’Italia Unica Validità Iniziatica su territorio italiano.

Amate Sorelle, amati Fratelli, gentili amiche, cari amici.
Abbiamo appreso via email, il giorno 8 maggio, dal Gran Maestro della Gran Loggia Italiana dei Riti Egizi – G.L.I.R.E., appena tre giorni dopo dalla nostra pubblicazione del Trattato di Amicizia e Reciproco Riconoscimento sul nostro sito ufficiale e qui su Facebook, che lo stesso, siglato dal nostro Serenissimo Gran Ierofante Fr. Alfredo Marocchino e lo stesso Gran Maestro il giorno 24 febbraio 2017, è stato, in assenza dello stesso Gran Maestro, “non ratificato dai membri di Giunta” all’unanimità in data 25 marzo 2018 (ben 15 mesi dopo dalla firma, aggiungiamo noi …). In riferimento a quanto affermato dal Ven.mo Gran Maestro della G.L.I.R.E. non ci risultano e non ci sono stati notificati Atti ufficiali e/o copia del verbale di Giunta in cui si attesta quanto comunicatoci, così come, citando un membro di Giunta presente alla riunione “Non si è parlato affatto né del Trattato di Amicizia né del Riconoscimento tra il nostro Rito e la GLIRE.” smentendo di fatto quanto comunicatoci dallo stesso Ven.mo Gran Maestro della G.L.I.R.E..
Ci teniamo inoltre a precisare, per onore della verità e per chiarezza di chi legge, quanto segue:

  • – il Trattato firmato il 24 febbraio 2017 e pubblicato sui nostri media, era stato preventivamente messo a punto con il Sostituto Gran Ierofante del nostro Sovrano Santuario Tradizionale d’Italia e voluto dai membri del Sovrano Santuario del 95° Grado di cui allora facevano parte sia il Gran Maestro della G.L.I.R.E. ed il Gran Maestro Aggiunto (ora entrambi fuoriusciti dal nostro Rito)
  • – sulla base di tale Trattato sono entrate nella  G.L.I.R.E. alcune Logge (di Perugia e di Cagliari) ed altre avevano fatto domanda (la Raimondo di Sangro e la Quatuor Coronati di Napoli)
  • – in tutte le precedenti riunioni di Giunta della G.L.I.R.E. il Trattato, non era stato mai messo in discussione ed, addirittura, in una email del 28/12/2017 il G.M. Aggiunto della GLIRE confermava, allegandolo, l’esistenza e validità di detto Trattato (per motivi di privacy non pubblichiamo tale email, ma è disponibile ai nostri atti)

Per quanto ci riguarda, se la G.L.I.R.E. ritiene di annullare, OGGI ed unilateralmente, detto Trattato, basta che lo comunichi con un Atto Ufficiale così come lo fu il Trattato stesso, poiché ogni trattato può essere rescisso, senza necessità d’inventare mancate ratifiche 15 mesi dopo. E’ evidente, che considerata la “volubilità” a la poca serietà di chi in G.L.I.R.E. pubblica determinati post, il Sovrano Santuario Tradizionale d’Italia è ben felice di accettare tale rescissione del Trattato. Siamo infatti ben consapevoli che tutta questa operazione non nasce certo in G.L.I.R.E., bensì è stimolata da alcuni membri di altri neo-nati Riti Egizi, che con ciò si manifestano palesemente ostili al Sovrano Santuario Tradizionale d’Italia; nonostante la più volte manifestata nostra disponibilità all’Amicizia Fraterna.

 

 

Pagina in aggiornamento.